Arte del Saltimbanco


Percorsi tra espressività teatrale e discipline circensi

L’Arte del Saltimbanco è un progetto di circo-teatro in cui  bambini e ragazzi hanno l’opportunità di sperimentare ed approfondire l’universo del clown teatrale, la creazione di personaggi burleschi e poetici ed esperire inoltre molteplici tecniche proprie dell’universo circense, da quelle del giocoliere a quelle dell’equilibrista, a quelle dell’acrobazia a terra ed in aria.

Il laboratorio costituisce un percorso di pedagogia artistica che vuole permettere ai bambini un approccio alla creazione teatrale ed alle tecniche circensi basato sul gioco e sul sorriso, creando un territorio in cui ogni bambino sia messo in condizione di esprimere al meglio la propria personalità.

Sono inoltre obiettivi di questo percorso:

  • permettere ai ragazzi di affrontare eventuali blocchi emotivi nella relazione con i coetanei e con il mondo degli adulti;
  • Stimolare i ragazzi perché mettano allo scoperto le proprie aspirazioni e si propongano come soggetti attivi e propositivi nell'apprendimento e nella sperimentazione;
  • Incoraggiarli a “sfidare” i propri limiti di coordinazione, di concentrazione, di abilità, accompagnandoli alla scoperta del piacere e del desiderio di apprendere;
  • Trasformare le differenze che “mortificano” in potenzialità specifiche e tipiche di ognuno, da sviluppare per dare corpo alla coscienza di una personalità propria ed unica;
  • Stuzzicare la fantasia e la creatività per consentire ai giovani di affermare il diritto all’espressione di ogni universo dell’immaginario.

Il percorso del laboratorio "L'Arte del Saltimbanco" è stato già ripetutamente sperimentato con successo in diversi Comuni della Sardegna dal 2004 a oggi.

Temi del laboratorio

Espressione corporea, improvvisazione teatrale, approccio alla maschera clownesca,
costruzione del personaggio anche attaverso la creazione di un costume e il trucco del volto,
studio di gag clownesche e canovacci classici,
esercizi motori propedeutici alle tecniche circensi,
principi di giocoleria (foulards, palline, anelli, clave, diabolo, devil stick, bandiere),
equilibrio del corpo su oggetti (trampoli, sfera, monociclo, rullo, filo teso e corda molle),
equilibrio di oggetti sul corpo,
acrobazia di base a terra  in solo ed in gruppo,
acrobazia di base aerea (trapezio, tessuto).

Spettacolo finale

Al termine del laboratorio è prevista la realizzazione di uno spettacolo in costume interamente interpretato dai ragazzi all'interno di uno spazio allestito con scenografia e service audio-luci. Lo spettacolo costituisce un momento decisivo per i partecipanti ed è strutturato in modo da presentarsi come evento culturale e di festa per tutta la comunità che ospita il laboratorio.

Informazioni Tecniche

Destinatari
Bambini dai 6 ai 10 anni (in gruppi 6-7 anni; 8-10 anni) , ragazzi dagli 11 ai 14 anni. E' preferibile strutturare gruppi omogenei per età.
Il laboratorio è aperto anche a portatori di handicap o disabili, previo colloquio tra gli operatori e i genitori del soggetto interessato.
E’ particolarmente indicato per bambini con disagio sociale.

Numero dei partecipanti
Un gruppo di max 14 allievi per 2 insegnanti; un gruppo di max 21 allievi per 3 insegnanti.
Gli insegnanti lavoreranno sempre in équipe.

Durata
M
inimo 30 ore + 10 ore di prove per la realizzazione dello spettacolo.
Il laboratorio è strutturabile con incontri di 2 h a cadenza bisettimanale oppure in formula concentrata in 7/8 giorni con incontri mattino e pomeriggio.

Spazio
Una palestra libera da ingombri (rete di pallavolo o simili), o altrimenti una sala di almeno 150 metri quadrati, vuota, con un soffitto alto (al minimo 4 metri, altezza ideale 6-8 metri).
E’ preferibile una sala con travatura al soffitto (di legno o di metallo), utile per permettere l’approccio anche alle discipline aeree.
L'ambiente deve essere ben riscaldato se il laboratorio ha luogo nei mesi invernali, fresco durante i mesi estivi (il lavoro affrontato è spesso molto fisico: nei casi di periodi particolarmente caldi è preferibile programmare gli incontri la mattina presto e/o la sera).
Disponibilità di servizi igienici.
Disponibilità della linea elettrica;  buona illuminazione dello spazio di lavoro.
E’ importante che lo spazio di lavoro abbia un accesso diretto dall’esterno dove possano avvicinarsi i furgoni della compagnia per lo scarico del materiale.
Per la versione in formula Concentrata e’ richiesto inoltre l’utilizzo esclusivo dello spazio durante tutto il periodo del laboratorio, con accesso dal giorno precedente e smontaggio nel giorno successivo alla conclusione,   per il carico/scarico e il montaggio delle attrezzature necessarie.
Per lo spettacolo finale sono richieste sedute per il pubblico (panche o sedie, secondo la disponibilità) per un minimo di 150 posti.

Assicurazioni
L’Associazione Un Chapiteau Parapluie dispone di copertura assicurativa RCT per danni causati dai propri materiali per ogni attività da essa organizzata.
Può fornire inoltre una copertura infortuni ai partecipanti ai laboratori dietro pagamento di una quota modica (circa 6 euro pro capite).

Galleria Fotografica




Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito si accetta la nostra Privacy PolicyACCETTO